Accedi al tuo account

Se sei già registrato accedi al tuo account con le tue credenziali.

Registrati

Creare un account è semplicissimo. Grazie al tuo account potrai monitorare la consegna dei tuoi acquisti, gestire i tuoi dati personali, beneficiare di offerte esclusive e molto altro.

Crea il tuo account
close

risultati ricerca

close
Il carrello è vuoto

Chi siamo

SOGNALIBRO è la prima libreria MOTIVAZIONALE IN ITALIA

L’idea nasce per promuovere una riflessione sul rapporto tra la cultura, l’educazione e i bisogni culturali di bambini, giovani e adulti e intende diventare nel tempo un vero e proprio centro polivalente al servizio del territorio e delle sue istituzioni che sapranno riconoscere e valorizzare la sua funzione. È fondamentale oggi dare un valore alla cultura dei ragazzi in particolare cogliendo e sviluppando autonomia di pensiero, senso critico e creatività.

Mi sono posta il problema del comunicare con l’altro e mi sono inventata una strada diversa per scoprire il reale, noi stessi e ciò che ci circonda: la strada è quella che passa per la fantasia; infatti in una società razionale organizzata come quella in cui viviamo, la fantasia è una meravigliosa scappatoia per arrivare direttamente alla mente e al cuore dell’uomo. È così che ho capito quanto l’uomo abbia bisogno di uno spazio fisico e mentale in cui conoscenza e capacità di mettere e di mettersi in relazione possano aprirsi ad una luce nuova che illumini e faccia “capire il senso”.

La parola diventa il seme, la luce che si accende da una scintilla che si sprigiona; la parola consente all’uomo di coltivare, ritrovare e ampliare la propria socialità e cultura e costruire una comunità libera, creativa, pensante.

Da una società fondata su una visione individualista e competitiva, si passa così ad una società orientata alla crescita personale che punta sulle esigenze delle nuove generazioni intercettando la sapienza di un tempo.

Cultura e educazione in continuum, le chiavi di volta del cambiamento. Basti pensare al significato etimologico delle due parole: educare, dal latino educere, “tirare fuori” per indicare un processo che porta alla valorizzazione, al miglioramento di ogni essere umano, all’opportunità che ognuno possa svilupparsi al meglio in un determinato ambiente; cultura, dal latino, colere che significa “coltivare” per indicare un insieme di comportamenti, rivolti alla cura di qualcosa o di qualcuno

Cambiare si può e si deve per la cultura, per noi stessi e per il nostro futuro: Sognalibro, la nuova impresa per “fare educazione all’informazione” (information literacy).

Nella convinzione che la crescita culturale possa generare crescita di business, perché il denaro ben investito determina una crescita sociale e un ritorno di investimento.

Proprio come insegna Adriano Olivetti quando affermava: l’organizzazione del lavoro deve fondarsi su un’idea di felicità che genera efficienza. Gli operai vivevano in condizioni migliori rispetto alle altre grandi fabbriche italiane; non c’era una divisione netta tra ingegneri e operai affinchè conoscenze e competenze fossero alla portata di tutti, potessero circolare ed essere condivise; l’azienda accoglieva artisti, scrittori, disegnatori e poeti perchè Olivetti riteneva che la fabbrica non avesse bisogno solo di tecnici, ma anche di talenti in grado di arricchire il lavoro attraverso creatività e sensibilità culturale.

L’Olivetti è stata, infatti, un modello che forse potremmo ristudiare per intraprendere un percorso di rinnovamento culturale imprenditoriale in cui orientare molte realtà ad avere una visione globale che attraverso il benessere sociale produce profitto.

“Sognalibro”, dunque, l’ho concepito come catalizzatore di creatività, spazio per colmare i bisogni: pensare, collaborare, parlare, inventare, cercare, trovare e produrre informazione dedicando le risorse più alle idee e alle persone che solo ai libri.

“Sognalibro”, una “libreria non solo libri”, un’idea store, come dicevo, un centro polivalente realizzato con uno stile attraente con all’interno libri, mostre, incontri, opportunità per il tempo libero, spazi e attività per bambini, per genitori e nonni. Un libreria motivazionale, e non solo, in cui trovare libri e testi che raccontano il “ben-essere” e che ispirano alla crescita personale.

La struttura, infatti, punta ad offrire una selezione di libri di narrativa per ragazzi oltre che testi legati a tematiche educative quali la nascita, la crescita e la genitorialità.

I momenti di crisi, come le rivoluzioni, arrivano per cambiare le cose e portare aria pulita. La società si è trasformata così come il commercio.

Il libraio non può più stare in mezzo a scaffali polverosi, deve essere prima di tutto imprenditore, e questo non significa rinunciare alla figura sociale e culturale che fare questo lavoro implica, ma arricchirla. La libreria, come è stata intesa negli ultimi vent’anni almeno, non esiste più.